Prodotti chimici per il trattamento dell’acqua delle piscine interrate

acqua-ph

Uno degli elementi più frequenti a cui si pensa quando si parla di piscine interrate è il cloro. Infatti anche chi non ne possiede una conosce questa sostanza utilizzata per disinfettare l’acqua. In realtà non si tratta dell’unico prodotto necessario per un corretto funzionamento di un impianto: vi sono diverse sostanze il cui valore deve essere costantemente controllato per garantire che acqua e piscina stiano bene, assicurando nel contempo un bagno piacevole a tutti.

DAL CLORO ALL’ANTIALGHE

Come detto, il cloro è un prodotto indispensabile: esso disinfetta l’acqua ed evita la formazione di batteri e funghi pericolosi per la pelle e di alghe che renderebbero impossibili i bagni in piscina.

Il cloro deve essere presente in acqua in giusti valori, tra 06 e 1,5 mg, e deve essere controllato ogni settimana in modo da correggere eventuali misure sbagliate. Di solito è venduto in pastiglie che vanno messe nella vasca. Mentre in forma granulare sono sia l’abbattitore che lo stabilizzante: il primo da usare se i valori del cloro sono troppo alti, il secondo per garantire una maggior durata di quello presente in vasca.

Un altro parametro da tenere sempre sotto controllo in piscina è il pH, il cui valore deve essere compreso tra 7,2 e 7,6: se si è al di fuori di questo range, il rischio è quello incorrere in irritazione alla pelle e agli occhi odi vedere la proliferazione di alghe in acqua. Per questo esistono due sostanze specifiche in grado di correggere il pH quando i suoi valori sono troppo alti o troppo bassi: i correttori di pH.

Rete di vendita i.Blue

Controlli automatici

Infine, mai dimenticare l’antialghe: un prodotto in forma liquida con funzione battericida in grado di contrastare la formazione di alghe che colorano l’acqua di verde e rovinano i bordi della vasca.

LA NOVITA’ DELL’ELETTROLISI DEL SALE

Certo, il cloro è importantissimo per la piscina interrata, tuttavia si tratta di un prodotto chimico e magari hai qualche dubbio ad usarlo. In questo caso la soluzione che fa per te è l’elettrolisi del sale. Un processo del tutto naturale che si basa sull’interazione tra acqua salata ed energia elettrica dalla quale si genera ipoclorito di sodio. Quest’ultimo è in grado di contrastare batteri e alghe disinfettando la piscina in modo naturale, rispettando sia l’ambiente che la tua salute. E ti dimenticherai così i batteri e nel contempo i fastidiosi effetti collaterali del cloro.

Scritto il: 06/11/2014

Commenta questo articolo

Categorie

Crea ora la tua piscina!

1 Configura il tuo modello

2 Lascia i tuoi contatti

3 Ricevi il preventivo