Piscine in vetroresina monoblocco? 5 motivi per non comprarle

perché non conviene una piscina in vetroresina

Sono diverse le soluzioni di costruzione di una piscina e orientarsi nel mondo dei produttori a volte non è semplice. E’ necessario tenere conto di alcune caratteristiche principali per poter fare una scelta consapevole quando si decide di acquistare una piscina: il prezzo della piscina che chiaramente è importante, i materiali di realizzazione, la durata dell’impianto e i costi di gestione. Tutti elementi fondamentali per un progetto nasce per durare nel tempo, garantendo sicurezza, affidabilità, relax e il giusto divertimento che si cerca in una piscina residenziale. Perché una piscina in vetroresina monoblocco, seppur economica, potrebbe non essere la scelta migliore, spieghiamo qui.

 

5 motivi per non comprare le piscine in vetroresina monoblocco

Fatta una panoramica dei materiali e delle tecniche di costruzione ti sconsigliamo le piscine in vetroresina monoblocco per cinque motivi principali:

  1. non è una piscina, è una vasca formata da una struttura unica, un blocco per l’appunto, già pronta per la posa e già completa di luci e bocchette;
  2. l’acqua si riscalda eccessivamente, perché essendo formata da materiale plastico assorbe l’energia del sole scaldandola, soprattutto in estate, in maniera eccessiva e fastidiosa;
  3. la vetroresina scolorisce, il suo strato superficiale, denominato gelcoat, si degrada con facilità sotto la luce del sole, perde lucentezza fino a scolorire in breve tempo;
  4. scarsa personalizzazione, essendo blocchi unici è necessario attenersi alle forme e misure presenti sul mercato, la personalizzazione è quasi vietata;
  5. non dura nel tempo, proprio per il suo materiale principale, ovvero la vetroresina, la vasca è soggetta a rigonfiamenti e distorsioni dovute alle pressioni del terreno. Il risultato non è solo antiestetico, la spinta tende a romperla. Non può rimanere vuota.

Le principali tecniche di costruzione di piscine

Le piscine interrate vengono costruite con tre materiali principalmente: cemento, pannelli d’acciaio e vetroresina monoblocco. 

Il cemento: non viene quasi più utilizzato, come si può ben capire si tratta di una costruzione invasiva per il giardino, che richiede molti interventi “pesanti” e tempistiche incerte. Benchè consenta la realizzazione di piscine a forma libera, i lavori di preparazione sono piuttosto lunghi e incidono notevolmente sul prezzo.

I pannelli di acciaio: è la tecnica di costruzione più moderna ed affidabile. Garantisce sicurezza e durata nel tempo senza interventi di costruzione lunghi ed invasivi.

Le piscine interrate i.Blue hanno una garanzia che arriva fino a 30 anni, senza limiti di forma e misura.

Vetroresina monoblocco: il punto di forza sul quale si poggia è rappresentato dal prezzo, ma è un’illusione. Sono formate da pezzi unici, e quindi con forme prestabilite che si adattano al terreno senza garanzie di durata. La vetroresina è un materiale sensibile al sole e all’usura, subisce deformazioni e rigonfiamenti e a causa del cloro e del sole, tende a sbiadire velocemente, quindi è necessario sverniciarla e ridarne il colore.

 

Come viene costruita una piscina i.Blue?

Abbiamo realizzato un video che spiega, passo per passo, le fasi e le tecniche di costruzione di una piscina interrata in pannelli d’acciaio.

Guarda ora il video sulle fasi di costruzione di una piscina interrata in acciaio, scoprirai un motivo in più per non comprare una Piscina in vetroresina monoblocco.

Configura la tua piscina interrata

Costruirla costa meno di quanto pensi! Scegli le caratteristiche e richiedi un preventivo. Bastano 2 minuti!

Scritto il: 31/03/2015

Commenti (2)

alessandro braschi - 12/01/2018 - 09:55

vorrei costruire una piscina nel mio ristorante

i.Blue Piscine - 12/01/2018 - 09:58

Ciao Alessandro, per maggiori informazioni e per un preventivo ti invitiamo a contattare il nostro concessionario di zona https://www.ibluepiscine.it/rete-di-vendita.html
Buona giornata,
lo staff di i.Blue Piscine

Commenta questo articolo