Tipologie di impianto di filtrazione delle piscine interrate

tipologie di impianto di filtrazione per piscine

Il compito degli impianti di filtrazione per piscine è quello di garantire in ogni momento un’acqua sana, pulita e perfettamente sterilizzata. I filtri per piscine sono una delle parti più importanti del sistema piscina, perché dal loro funzionamento dipende la qualità dell’acqua nella quale ci si immergerà.

Pertanto è essenziale possedere un impianto per piscina moderno e svolgere la consueta manutenzione.

 

Come funziona il filtro per piscine

La piscina interrata è il risultato finale di un sistema complesso di trattamento e circolo dell’acqua. Mentre sei in acqua a goderti un po’ di relax, ci sono macchinari costantemente al lavoro per mantenere salubre e trasparente la tua acqua.

Silenziosi e non visibili alimentano un sistema di depurazione e di circolazione dell’acqua che, in breve, funziona così: l’acqua viene aspirata dagli skimmer e dal pozzetto di fondo per dirigersi, grazie alla spinta generata dalla pompa (o elettropompa), attraverso tubi e raccordi, verso il filtro, dove viene appunto filtrata.

Qui una volta pulita, ripercorre al contrario il flusso, e viene reimmessa, tramite le bocchette, nella vasca.

Questa operazione avviene costantemente e viene regolata dalla potenza dell’impianto (generata dalla pompa) che filtrerà i metri cubi d’acqua nel tempo necessario per avere un risultato sempre ottimale.

L’intero sistema di depurazione alloggia nel locale tecnico, ovvero un pozzetto prefabbricato (nella maggior parte dei casi) collocato in un piccolo scavo non lontano dalla piscina.

Un buon impianto di filtrazione incide per l’80% sulla pulizia dell’acqua, mentre i prodotti chimici fanno il resto. Aggiungendoci una periodica manutenzione ordinaria ed una copertura utilizzata correttamente, l’acqua sarà sempre in perfetta forma.

 

Il compito del l’impianto di filtrazione

Nel ciclo sopra descritto, il filtro ricopre un ruolo fondamentale perché è lo strumento deputato a pulire (filtrare) l’acqua dalle impurità. Per questo, nel momento dell’acquisto della tua piscina studia molto bene, insieme ad un professionista, quale sia il modello migliore per te, quello che risponda maggiormente e con più semplicità alle tue esigenze.

il filtro per piscine è essenziale per depurare l'acqua

 

Le tipologie di depuratori per piscina

Esistono diversi tipi di filtri, ognuno con caratteristiche specifiche, che si differenziano tra loro per il materiale con cui eseguono la filtrazione, tra questi troviamo:

  • Sabbia
  • Vetro
  • Zeolite
  • Fibalon
  • Diatomee
  • Cartuccia

Il filtro a sabbia

Sono i filtri più diffusi e per questo più conosciuti. La sabbia è il materiale attraverso il quale avviene la depurazione, è molto facile da pulire ed eventualmente sostituire. Richiede poca manutenzione ed è economico.

Può essere accompagnato da altri prodotti chimici o da altri filtranti. 

 

Il filtro a vetro

E’ una delle alternative più diffuse alla sabbia perché garantisce un sostanziale risparmio economico e una diminuzione di prodotti chimici da utilizzare durante l’operazione.

Composto da vetro riciclato, è ecocompatibile e permette un risparmio energetico notevole. Questo perché si presenta in una speciale miscela dalla “grana” più spessa della sabbia, che determina una quantità minore di acqua utilizzata e dei successivi contro-lavaggi.

 

Il filtro a zeolite

La Zeolite è un materiale filtrante naturale, proveniente da una roccia di origine vulcanica. E’ altamente porosa e possiede un’eccellente capacità di filtrazione che si aggira intorno ai 3-4 micron.

Dall’elevata capacità depurativa, permette una notevole riduzione dei consumi, limitando l’utilizzo di prodotti chimici e dei controlavaggi.

Non richiede l’uso di flocculanti e riduce considerevolmente gli odori dell’acqua. Elimina la formazione di clorammine, sostanze a base di ammoniaca irritanti per gli occhi.

 

Il filtro a Fibalon

Il Fibalon è’ un materiale composto da un mix di diverse fibre, dalla caratteristica forma a batuffolo. Questo accessorio dalla forma sferica combina la sua parte interna più densa a quella esterna, più soffice, creando un vero e proprio strato dall’eccezionale funzione.

Ha una filtrazione molto fine e non rilascia granelli o sostanze in acqua. Non richiede flocculanti e contro-lavaggi troppo frequenti.

 

Il filtro a cartuccia

E’ un filtro compatto, per questo molto diffuso in spazi ristretti, dalla filtrazione molto fine (20/25 micron). Il processo richiesto avviene con l’acqua che passa attraverso una cartuccia, facile da pulire (sotto l’acqua corrente) o da sostituire.

 

Il filtro a diatomee

Utilizza una polvere finissima ricavata dalla decomposizione di alcune alghe marine chiamata diatomea. Permette una filtrazione finissima (3/5 micron) e da molti è considerato tra i migliori sul mercato, anche perché riduce al minimo l’utilizzo di prodotti chimici.

Richiede però una manutenzione accurata e l’acquisto di una vaso separatore utile alla depurazione, nonché necessario per raccogliere la diatomea.

 

La pompa: il motore della piscina

piscina

La pompa ha il ruolo delicatissimo di ”muovere” l’acqua della piscina per avviarla verso la filtrazione. Nel meccanismo di gestione della piscina è lo strumento più delicato perché costantemente in funzione: è il vero e proprio motore che permette la circolazione dell’acqua.

Per questo, per una corretta funzionalità, che non incida troppo sui consumi energetici, è necessario scegliere modelli adeguati alla dimensione della piscina, al volume d’acqua da muovere e alla tipologia di filtro installato.

Pompa e filtro lavorano in coppia e devono essere perfettamente compatibili per arrivare al risultato richiesto.

In sintesi l’acqua deve giungere in maniera costante al filtro ad una velocità, stabilita in precedenza, adeguata alla sue capacità di depurazione, in modo tale da far compiere il processo di pulizia nel miglior modo possibile.

Le tecnologie moderne hanno sviluppato una nuova generazione di pompe capaci di non incidere troppo sui consumi energetici, modificando radicalmente la concezione del passato, che voleva una filtrazione che avvenisse nel minor tempo possibile.

Oggi è possibile una filtrazione costante ad un ritmo determinato, un vero e proprio toccasana per la bolletta energetica.

La giusta combinazione tra filtro e pompa ti consentirà di avere l’acqua della tua piscina sempre pulita e sicura, scarica gratuitamente il catalogo accessori i.Blue, troverai numerose informazioni ed esempi utili.

Configura la tua piscina interrata

Costruirla costa meno di quanto pensi! Scegli le caratteristiche e richiedi un preventivo. Bastano 2 minuti!

Scritto il: 03/08/2015

Commenta questo articolo