Consigli utili per pulire la piscina d’estate

Scritto il: 10/08/2017

manutenzione piscina

La piscina è il regno del relax e del divertimento: tenerla pulita, soprattutto d’estate, è fondamentale per trascorrere le vacanze a bordo vasca senza problemi. Oltre a monitorare i valori di pH e cloro e intervenire con la sanificazione periodica delle acque, la pulizia della piscina d’estate passa anche attraverso alcune sane abitudini, come l’utilizzo di coperture isotermiche e la pulizia dell’interno vasca.

Controllo degli skimmer

Se per la circolazione dell’acqua nella tua piscina hai scelto il sistema skimmer, dovrai ricordarti di svuotare settimanalmente i loro cestelli: sono il luogo in cui si depositano i residui più grossolani che finiscono sulla superficie dell’acqua, come foglie e insetti e il loro mancato svuotamento può influire sul corretto funzionamento del sistema di circolo. Un’attività che può alleggerire il carico di residui nei cestelli degli skimmer è la pulizia giornaliera della superficie dell’acqua con aste telescopiche dotate di retini; l’utilizzo di filtri usa e getta per i cestelli  aiuta a ridurne l’usura e a salvaguardare le funzionalità del sistema di filtrazione.

Pulizia della linea d’acqua

Il punto che segna il livello dell’acqua in una piscina a skimmer è una delle zone più soggette alla formazione di depositi: residui organici, creme solari, condensati dell’aria inquinata sono tutti fattori che concorrono a creare la fatidica linea d’acqua, che può essere gialla, marrone o addirittura – nei casi peggiori – nera.

Si può risolvere il problema o addirittura prevenirlo con la spazzolatura periodica del rivestimento interno: la forza manuale insieme all’azione di prodotti chimici non schiumogeni e compatibili con l’ambiente acquatico della piscina permettono una pulizia del rivestimento interno della piscina in tutta sicurezza.

Rete di vendita i.Blue

Pulitori e robot

Pulizia del fondo e delle pareti

Esistono accessori che, attraverso l’aspirazione idraulica o elettrica, ti permettono di pulire tutto il rivestimento interno della piscina, eliminando i residui che naturalmente si depositano sia sul fondo sia sulle pareti della vasca: parliamo di pulitori idraulici e robot elettrici. Nel primo caso, i pulitori idraulici si collegano direttamente al sistema di circolazione dell’acqua e si spostano seguendo i percorsi casuali dettati dalla correnti circolatorie dell’acqua, immettendo i residui direttamente nel sistema di filtrazione della piscina. Nel secondo caso, i robot elettrici hanno bisogno di alimentazione esterna, ma grazie al loro microchip sono in grado di memorizzare spazi e dimensioni e percorrere tutta la superficie interna, assicurando una pulizia omogenea; inoltre, grazie al serbatoio in dotazione, immagazzinano al proprio interno lo sporco aspirato e non appesantiscono il lavoro del sistema di filtrazione della piscina.

Non farti trovare impreparato: richiedi il catalogo i.Blue per scegliere gli accessori per la pulizia più adatti alla tua piscina.

Commenta questo articolo

Categorie

Crea ora la tua piscina!

1 Configura il tuo modello

2 Lascia i tuoi contatti

3 Ricevi il preventivo