Costruire una piscina interrata a Bari: gamma, permessi e assistenza

In una città tanto solare quanto popolata come Bari, una piscina vista mare non è un sogno irrealizzabile: con i.Blue anche giardini con spazi ridotti possono ospitare una piscina interrata e, grazie agli accessori giusti, il comfort è assicurato al 100%. Le spiagge affollate e il traffico in strada non saranno più un tuo problema e da maggio a settembre potrai godere tutto il relax della piscina senza spostarti da casa.

 

La gamma piscine i.Blue

I tempi di realizzazione di una piscina interrata sono brevi, la tecnologia costruttiva innovativa e i materiali utilizzati vengono tutti singolarmente testati prima di uscire dalla fabbrica per assicurare la massima qualità e resistenza.
La prova?
Una garanzia certificata dell’impianto che oscilla tra i 20 e i 30 anni in base alla tipologia di linea di produzione i.Blue:

  • Linea Ambience: le piscine di questa linea sono costruite con pannelli prefabbricati autoportanti in acciaio di grande spessore. L’acciaio di alta qualità è rivestito da uno strato di protezione di zinco che preserva il pannello e ne garantisce la protezione da corrosione e usura, mentre le nervature longitudinali aumentano la resistenza e consentono di garantire l’impianto per 20 anni.
  • Linea Twin Pro: le piscine di questa linea sono costruite con pannelli prefabbricati autoportanti in acciaio di grande spessore che, oltre alla nervatura longitudinale e allo strato di protezione a base di zinco, vengono rivestiti su entrambi i lati da una speciale plastificazione che azzera i rischi di corrosione e usura dell’anima di acciaio e assicura l’impianto per 30 anni.

 

I permessi necessari per costruire una piscina interrata a Bari

La costruzione di una piscina interrata è un tipo di costruzione edilizia, regolamentata dal Testo Unico per l’Edilizia (DPR 6 giugno 2001 n.380) che necessita dell’autorizzazione o nulla osta del Comune di pertinenza per non incorrere in sanzioni amministrative.

Dalla normativa nazionale all’applicazione locale convivono una serie di adattamenti, frutto dei vari accordi Stato-Regioni che trovano ulteriore modifica a livello locale in base ai piani regolatori del Comune.

Come districarsi nel fitto della burocrazia nazionale?

Il consiglio è partire con il piede giusto: in fase di progettazione rivolgersi all’ufficio tecnico di pertinenza della propria città e verificare innanzitutto se esistono vincoli di tutela paesaggistica e ambientali e in secondo luogo, in qual è il corretto iter burocratico da seguire in base alle caratteristiche del tuo progetto.

Secondo la normativa infatti potrebbero presentarsi 4 possibili scenari:

  1. la costruzione della piscina risulta di pertinenza dell’abitazione e il suo ingombro è minore al 20% dell’edificio;
  2. la piscina risulta di pertinenza dell’abitazione e ha un volume superiore al 20% dell’edificio di pertinenza;
  3. la costruzione della piscina non è pertinenziale ad un altro immobile;
  4. esistono vincoli paesaggistici sul terreno su cui si vuole installare la piscina.

Nel primo caso, la procedura applicabile è la segnalazione certificata di inizio attività edilizia (ex DIA) che non sostituisce né le autorizzazioni necessarie per la tutela ambientale e del patrimonio culturale, né le autorizzazioni per la sicurezza (normativa antisismica), ma permette di dare avvio ai lavori entro i 30 giorni dalla comunicazione.

Negli altri casi, la procedura applicabile è il permesso a costruire, che prevede l’apertura di un’istruttoria: solo se passano 120 gg (per i comuni con più di 100.000 abitanti) senza che il responsabile dell’istruttoria abbia opposto motivato diniego, è consentito avviare i lavori, a fronte dell’applicazione del principio di silenzio-assenso.

A Bari, l’ufficio di riferimento è lo Sportello Unico per l’Edilizia : per i cittadini è disponibile anche il portale telematico dove è possibile presentare le pratiche e verificare il loro stato di avanzamento.

 

L’assistenza post-vendita di i.Blue

Una piscina ha bisogno di cura, attenzione e manutenzione: per questo è importante non sottovalutare le buone pratiche da mettere in atto in fase di apertura e chiusura e tutti gli accessori che possono aiutare nella manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto.

Per venire incontro alle esigenze dei suoi clienti, con il pacchetto i.Blue Assistance, hai a disposizione un servizio annuale di assistenza tecnica per la manutenzione ordinaria e straordinaria della piscina: dagli appuntamenti per il corretto avvio dell’impianto all’assistenza periodica nel periodo di utilizzo.

Inoltre, grazie all’app i.Blue Assistant (disponibile per iOS e Android), puoi gestire direttamente dallo smartphone o dal tablet gli appuntamenti della manutenzione e richiedere,  in caso di necessità, l’intervento straordinario del tecnico a casa tua.

i.Blue è sempre al tuo fianco: prima, durante e post-vendita.

Rivenditore in provincia di Bari

C.M. IMPIANTI di Carbotti Mirco

Via dei Giardini, 27
74015 Martina Franca
Taranto

Dettagli Contatti
Richiedi un preventivo

Compila il modulo sottostante per essere contattato dal concessionario più vicino a casa tua:

Periodo medio di utilizzo di una piscina interrata in Provincia di Bari

Puoi utilizzare la tua piscina più di quanto pensi! Dotati di sistemi e accessori per prolungarne l'utilizzo

Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
  • Temperatura dell'acqua confortevole anche senza una copertura
  • E' consigliabile coprire la piscina nelle ore notturne
  • Maggior comfort riscaldando l'acqua o installando una copertura telescopica