Quali sono le leggi che regolamentano la costruzione di una piscina?

permessi_piscina

Alla fine ti sei deciso: dopo averne parlato in famiglia e valutato i pro e i contro avete deciso di costruire una piscina nel giardino di casa. A questo punto i passaggi da fare sono due. Da un lato contattare il concessionario i.Blue più vicino a te per un preventivo dei lavori e per decidere il modello di piscina più adatto alle tue esigenze, dall’altro mettere mano agli incartamenti necessari per realizzare una struttura privata.

IN REGOLA CON I PERMESSI

Non c’è nulla da temere: la burocrazia è molto più snella di quello che si può pensare. E anche le leggi che regolano la costruzione della piscina in case private sono poche e facile da comprendere.

Se l’impianto sarà legato alla tua abitazione e non occuperà uno spazio superiore al 20% del totale dell’edificio, ti basterà la Dia da chiedere al Comune per avere l’autorizzazione a precedere con i lavori. Con Dia si intende la “Dichiarazione di inizio lavori” e deve essere redatta da un professionista del settore che illustrerà tutte le fasi dei lavori e il risultato finale. Una volta presentata la domanda, i tecnici del Comune hanno 30 giorni di tempo per decidere se accettare o meno il progetto: in quest’ultimo caso riceverai una comunicazione specifica.

Se invece la tua piscina non rispetta i canoni sopra elencati o sorgerà in un’area con particolari tutele paesaggistiche, dovrai ricorrere al “Permesso di costruire” che dovrà essere approvato sempre dal Comune.

DETRAZIONI FISCALI E VANTAGGI ECONOMICI

“Non è che possedendo una piscina in casa finisco per pagare più tasse?”: alzi la mano chi non ha mai avuto questo dubbio.

Anche in questo caso non c’è da preoccuparsi: non basta possedere una piscina perché una casa si trasformi in un immobile di lusso.

La struttura deve essere più di 120 metri quadrati, la casa di oltre 160 e l’immobile deve presentare finiture di pregio e grossi terrazzi.

Al contrario è bene sapere che se decidi di realizzare la tua piscina in contemporanea con la costruzione della prima casa avrai il vantaggio dell’Iva sui lavori, agevolata al 4 per cento anziché al classico 22.

Insomma, tolta poca burocrazia iniziale avere una piscina in casa ha solo vantaggi!

Configura la tua piscina interrata

Costruirla costa meno di quanto pensi! Scegli le caratteristiche e richiedi un preventivo. Bastano 2 minuti!

Scritto il: 22/10/2014
Categoria: News e curiosità

Commenta questo articolo