Il trattamento dell’acqua di una piscina richiede molto tempo?

trattamento-acqua-piscina

Il trattamento dell’acqua della piscina interrata è una delle azioni da svolgere periodicamente per avere sempre l’acqua pulita e sanificata senza troppi pensieri. Non sono molte le operazioni da calendarizzare durante la stagione estiva e non richiedono molto tempo. Anche in vista della chiusura invernale con pochi semplici passaggi potrai mettere a riposo la tua vasca ritrovandola in perfette condizioni per la prossima stagione.

Mantenere l’acqua pulita senza troppi sforzi

L’acqua è l’elemento principale della piscina, mantenerla sanificata, senza batteri e sporcizie varie è un obiettivo semplice, alla portata di tutti. Consiste nell’attrezzarsi degli strumenti adatti all’analisi e alla regolazione degli standard dell’acqua e, con una manciata di minuti settimanali, si raggiungerà il risultato prefissato.

Molto del lavoro viene svolto dal sistema di circolazione e filtrazione – composta dagli skimmer, dal filtro e le bocchette di immissione, che permettondoti filtrare l’acqua sporca, contenente impurità e insetti, rimettendola in circolo nella vasca pulita.

Le altre operazioni riguardano la misurazione dei valori del pH e del cloro. L’analisi del primo consente di tenere un livello dell’acidità dell’acqua sempre idoneo (oscilla tra i 7,2 e 7,4) ed esistono in commercio diversi strumenti manuali o automatici per misurarlo ed eventualmente correggerlo.

Il cloro invece viene inserito nell’acqua con lo scopo di disinfettarla, infatti questa sostanza ha la capacità di eliminare funghi e batteri ed è in grado di prevenire la formazione di alghe.

Anche questi valori vanno controllati settimanalmente ed eventualmente corretti.

In ultimo vi è l’operazione denominata flocculazione, ovvero l’immissione in acqua, se lo necessita, di una speciale sostanza che raggruppa detriti e particelle d’impurità piccolissime rendendo così più efficace l’azione degli skimmer.

Il tempo stimato per queste operazioni è all’incirca di trenta minuti settimanali per benefici immediati e duraturi nel tempo.

Quando arriva il momento di mettere a riposo la piscina le operazioni da svolgere sono tendenzialmente le stesse con l’aggiunta di alcune operazioni utili allo spegnimento degli impianti e la stesura della copertura invernale. Poi nell’inverno, si potranno utilizzare due prodotti specifici a cui fare ricorso: lo svernante e l’antigelo. Il primo può già essere immesso in piscina una volta effettuata l’ultima pulizia e l’ultima clorazione (24 ore dopo), mentre il secondo va utilizzato in caso di inverno particolarmente rigido per evitare la glaciazione dell’acqua presente.

Rete di vendita i.Blue

Controlli automatici

Risparmiare ulteriormente tempo

Se abbiamo già risposto alla domanda inziale, dimostrando come il prendersi cura dell’acqua della tua piscina interrata sia semplice e veloce, con l’uso della tecnologia è possibile ridurre ulteriormente il tempo necessario per fare gli ultimi tuffi in assoluta tranquillità.

Infatti esistono strumenti computerizzati e robot pulitori che possono svolgere tutte le azioni sopra elencate automaticamente senza nessuno sforzo da parte tua.

Il sistema “i–pool” ad esempio permette una gestione a distanza dei vari componenti della piscina: dalla circolazione dell’acqua alla filtrazione con questo innovativo tool la gestione della piscina sarà ancora più veloce.

Con i robot automatici invece avrai degli strumenti altamente tecnologici che autonomamente renderanno pulita e sicura la tua piscina, pulendo accuratamente fondo, pareti e scale solamente posizionandoli in acqua.

Per una piscina pulita e sicura non serve né molto tempo né molto sforzo, è sufficiente scegliere ed utilizzare gli strumenti giusti.

Configura la tua piscina interrata

Costruirla costa meno di quanto pensi! Scegli le caratteristiche e richiedi un preventivo. Bastano 2 minuti!

Scritto il: 12/09/2014

Commenta questo articolo