A cosa servono i prodotti chimici per il trattamento dell’acqua?

Trattamento chimico dell'acqua della piscina

L’obbiettivo principale di chi possiede una piscina interrata è sicuramente quello di avere sempre una vasca non solo bella da vedere, ma anche in perfetta salute, così da godere dei suoi benefici durante tutto il periodo dei bagni. Ma perchè ciò sia possibile bisogna avere molta cura della sua acqua, assicurandone una costante e precisa pulizia.

A contribuire a queste attività di manutenzione della piscina, oltre ad appositi strumenti che aspirano ed eliminano i detriti, ci sono una serie di prodotti chimici che devono essere presenti in acqua nei giusti valori così da evitare la formazione di alghe, funghi e batteri.

I PRINCIPALI PRODOTTI CHIMICI PER IL TRATTAMENTO DELL’ACQUA

Regolatore di pH, pastiglie di cloro, antialghe e flocculante. Sono questi i quattro prodotti che non devono mai mancare, nelle giuste dosi, nell’acqua della propria piscina.

Senza un giusto valore di pH, infatti, l’acqua della piscina diventerebbe torbida, favorendo la comparsa delle alghe. Per questo il pH va controllato ogni settimana assicurandosi che i suoi livelli siano tra il 7,2 e il 7,4. Più alto potrebbe causare irritazioni a occhi e pelle, più basso rovinare l’acqua.

Fondamentale per la disinfezione dell’acqua è anche il cloro che contribuisce a eliminare e prevenire la formazione di funghi e batteri. È un prodotto comunemente venduto in pastiglie che vanno aggiunte al bisogno: anche del cloro bisogna controllare ogni settimana i valori che devono attestarsi attorno a 0,6 mg per litro.

Un altro pericolo per la piscina è la presenza di alghe. In realtà esse compaiono in seguito ad un’alterazione dei livelli di cloro e pH. Per questo il loro costante controllo è già importante per evitare la proliferazione. Se però questo non dovesse bastare è possibile utilizzare dei prodotti con specifica funzione antialghe che uccidono quelle presenti in acqua che andranno poi rimosse con un retino.

Rete di vendita i.Blue

Controlli automatici

Infine, esistono anche sostanze che facilitano la rimozione di tutti i detriti presenti in acqua. Si tratta del flocculante: questo fa si che, attraverso un particolare processo chimico,  il potere filtrante del filtro a sabbia aumenti, catturando anche le impurità più piccole.

UN’ALTERNATIVA NATURALE PER LA DISINFEZIONE DELLA PISCINA

Come detto, i corretti valori di queste sostanze sono fondamentali per l’igiene e la manutenzione delle piscine interrate. Nel contempo sono molti i dubbi che possono derivare dal fatto di dover utilizzare sostanze chimiche nell’acqua dove ci si bagna. Oltre al timore di ripercussioni sull’ambiente.

Così negli ultimi anni si è diffuso un sistema di disinfezione della piscina del tutto naturale e basato sul processo di elettrolisi del sale. Basta infatti del semplice sale che per effetto dell’energia elettrica si scioglie in molecole contenenti cloro che quindi disinfetterà la piscina senza però dover ricorrere a composti chimici.

Configura la tua piscina interrata

Costruirla costa meno di quanto pensi! Scegli le caratteristiche e richiedi un preventivo. Bastano 2 minuti!

Scritto il: 25/09/2014

Commenta questo articolo